Interesse primario sulla malattia cardiovascolare (CVD)

Grazie al sostegno continuo e alla leadership della World Heart Federation (WHF), insieme ai suoi membri e ad altri organismi che si occupano delle patologie non comunicabili (NCD) nel maggio 2013, la World Health Organization ha trasmesso una serie completa di obiettivi e indicatori per ridurre le NCD entro il 2025.

Questo ha fatto sì che la WHF abbia riconosciuto che il raggiungimento degli obiettivi del 2025 richiederà un interesse primario sulla malattia cardiovascolare (CVD), inclusi cardiopatia e ictus, e che tutti quegli obiettivi avranno un impatto diretto sulla CVD. L’organizzazione si è impegnata a sostenere le azioni atte a ridurre la mortalità prematura dovuta a CVD del 25% entro il 2025 come segue:

25% reduction in premature mortality from CVDs by 2025 25% reduction in premature mortality from CVDs by 2025

 

Per unirti al Champion Advocates Programme della WHF e sostenere il nostro obiettivo di una riduzione del 25% della mortalità prematura da CVD, inclusi cardiopatia e ictus, entro il 2025, iscriviti qui.

Per ulteriori informazioni sugli obiettivi, scarica l’ultima bozza disponibile del Piano di azione globale per la prevenzione e il controllo delle patologie non comunicabili 2013-2020 (PDF 538 kb) dal sito della OMS.