Portare le patologie non comunicabili (NCD) in cima all’agenda globale

Nel settembre 2011, le Nazioni Uniti hanno tenuto un meeting di alto livello a New York sull’argomento NCD, inclusi malattia cardiovascolare (CVD), cancri, diabete e patologie respiratorie croniche. È solo la seconda volta dalla nascita che l’ONU ha tenuto un summit su un problema di salute il cui scopo è stato:

  • Aumentare la prioritizzazione politica delle NCD che causano due terzi dei decessi* globali
  • Riconoscere l’impatto delle NCD non solo come problema sanitario, ma anche come grave carico economico e come un ostacolo allo sviluppo globale e alla sostenibilità

L’esito del meeting è stato un Political Declaration * (Dichiarazione politica) (scaricare Acrobat Reader per visualizzarlo) firmato da tutti gli stati membri delle Nazioni Unite, che ora rappresenta un piano d’azione NCD. La prima fase pratica della Dichiarazione è iniziata nel maggio 2012 quando l’Assemblea mondiale della sanità (AMS) ha adottato un obiettivo globale:

25% reduction in premature mortality from CVD 25% reduction in premature mortality from CVD